Come coinvolgere più utenti grazie ai Reels di Instagram

Possiamo affermare, senza alcun dubbio, che i video sono il focus del momento di Instagram.  
Adam Mosseri, il CEO di Instagram, ha sempre detto più di una volta che “La popolarità dei video sta crescendo e tutti noi dobbiamo appoggiarci a questa tendenza per servire al meglio i nostri utenti”.
 
Secondo l’analisi di #HypeAuditor nel 2022 su circa 80 milioni di post di Instagram è stato scoperto che il tipo di contenuto più comunemente pubblicato su questa piattaforma rimane il classico post con un’immagine, il che costituisce il 42% di tutti i contenuti analizzati. I post caroselli (i post con varie foto, fino a 10 foto) sono arrivati secondi con il 26%.  I Reels, invece, fanno circa il 23% di tutti i contenuti pubblicati.

Nonostante siano la terza opzione dei post più popolari, hanno una copertura maggiore sulla piattaforma. In altre parole, hanno un reach (il tasso di raggiungimento degli utenti) al 35% confronto il 29% per i semplici post.

I Reels (ovviamente parliamo sempre dei post di qualità) generano molti più Mi piace, per cui sono l’opzione migliore, al momento, per aumentare il coinvolgimento dei followers. Postare i Reels, quindi, è un’opportunità importante per ottenere maggiore attenzione per i nostri contenuti, visto che “occupano” il 20% del tempo che gli utenti trascorrono sulla piattaforma.
Dunque, al giorno d’oggi, non possiamo più permetterci di trascurare l’importanza dei Reels, i quali tengono gli utenti praticamente incollati ai loro telefonini. Questi brevi video possono essere fatti da qualsiasi persona e sono molto stimolanti e coinvolgenti.
 
Vediamo ora nel dettaglio, quali formati stanno generando il maggior coinvolgimento e quali sono i Reels più apprezzati dagli Instagrammers. Per realizzare i migliori contenuti con Instagram Reels, ci sono delle specifiche dimensioni, proporzioni e “condizioni” che dobbiamo conoscere. Di conseguenza, se state considerando di utilizzare Instagram Reels nel vostro approccio del marketing digitale, il che sarebbe un approccio vincente attualmente, vale la pena soffermarsi sui seguenti punti che tanti di voi già conoscete. Di seguito sottolineo la loro importanza e magari aggiungo qualcosa di nuovo per alcuni di voi per creare i Reels di qualità.

Innanzitutto, dovete prestare una particolare attenzione al Design dei vostri Reels:
 
Audiostrategia. Circa l’80% dei Reels sono visti con il volume acceso e, senza alcun dubbio, un buon brano renderà la vostra “creazione” più efficace e catturerà la maggior attenzione degli spettatori. Una buona audio strategia completa il mood della vostra opera creando una connessione emotiva con il vostro pubblico, il che può essere rilassante, inspirante ed energizzante.
 
Effetti Visual. Sono un altro aspetto, non meno importante. Circa il 40% dei Reels si creano con degli effetti speciali, il che li rende più divertenti e dà più valore al contenuto. Abbagliate, quindi, i vostri spettatori con degli effetti speciali. Potete utilizzare sia quelli proposti negli strumenti per la realizzazione dei Reels, oppure, per rendere i vostri Reels più professionali, servitevi delle apposite applicazioni, come, ad esempio, Canvas, Werble, iMovie e tante altre, a vostra discrezione e possibilità.

 Attenzione! Mai esagerare con questi “giochi”. L’algoritmo può “mettere in castigo” anche i Reels troppo elaborati e colmi di effetti.
 
Qualità video. Per i Reels (come anche per le Stories) fate sempre dei video in verticale e ad alta risoluzione: l’algoritmo di Instagram svantaggia i Reels di bassa qualità e con delle tonalità troppo scure. Questo vuol dire meno visibilità, ovvero li farà vedere a minor quantità di Utenti.
 
Durata di Instagram Reels. I Reels possono durare fino a 90 secondi, tuttavia prima di iniziare a creare un Reel potete scegliere la durata tra 30, 60 e 90 secondi. I video più brevi hanno il maggior successo (normalmente 30-40 secondi), siccome durano giusto il tempo necessario per mantenere l’attenzione dello spettatore senza annoiarlo. Con i Reels più lunghi rischiate che non vengano visti fino alla fine. Ovviamente possono durare anche 10 o 15 secondi ma fatti in questo modo sembrano tagliati e poi è difficile passare l’informazione in così poco tempo.
 
Formato dei Reels. I Reels si creano dal cellulare utilizzando i vari strumenti necessari. Il formato video dei Reels impostato sarà automaticamente approvato da Instagram. Se invece modificate o create i vostri video al di fuori di Instagram, utilizzando altre applicazioni, Instagram consente questi formati: .mov e mp4. Quindi assicuratevi di esportare il vostri video utilizzando uno di questi.
 
Dimensioni e proporzioni di Instagram Reels. Le dimensioni ufficiali per i Reels di alta qualità sono: L1080pixel x H1920pixel. Proporzioni o Ratio di Instagram Reels sono: 9:16.
 
Copertina dei Reels. Una buona copertina può dare più visualizzazioni, essendo il suo compito quello di catturare l’attenzione. Il suo scopo è quello di “agganciare” l’utente nei primi 2 secondi. Le dimensioni della copertina di Instagram Reels sono: L1080 pixel x H1920 pixel. L’importante è però prestare attenzione alla miniatura di Reels nel vostro Feed. La miniatura è ciò che le persone vedranno quando andranno a scorrere la griglia principale di Instagram visitando il vostro profilo.

I vostri video verranno tagliati automaticamente in un quadrato, ovvero la dimensione classica di un post con le dimensioni L1080 pixel x H1080 pixel. Per cui fate delle prove per le immagini di copertina prima di pubblicare un Reel. Assicuratevi che si adatti al vostro feed principale come dimensioni, immagine e colori prima che venga vista dagli utenti. Mostrate le informazioni importanti come testo, il volto (se parlate direttamente alla telecamera), il corpo (se state facendo un campo lungo) all’interno dell’area che non verrà tagliata.
 
Safe Text Zone (la zona di testo sicura). Qual’è il posto migliore per il testo per essere sicuri che Instagram non lo ritagli? Non dimenticatevi che per pubblicare dei Reels con gli standard elevati, è sempre ottimale filmare in verticale ed inserire eventuali scritte o altri elementi circa al centro o un po’ più sotto del centro, ma comunque non alle estremità, inferiori o superiori, dello schermo. Questa è la zona libera e “premiata” dall’algoritmo. In questa zona Instagram non mostra alcuna informazione, come didascalia, brano o il nome utente, e gli spettatori potranno leggere il vostro testo senza alcun ostacolo. In questo modo non verrà ritagliato e potrà essere visualizzato anche nel vostro Feed.

Nonostante i Reels abbiano ancora qualche bug di funzionamento, sono il futuro di storytelling su Instagram. Integrate i Reels nella vostra strategia creativa per aumentare l’engagement. Se non lo state ancora facendo, probabilmente state già perdendo delle opportunità.

Per concludere, se volete creare dei Reels eccezionali ed essere un passo avanti agli altri, ispiratevi dai Creators Digitali della vostra area con più followers (soprattutto da quelli di oltreoceano), analizzate i trend del momento, perchè sono questi i contenuti che l’algoritmo di Instagram “spinge” in particolar modo.

Pian piano, prendendo confidenza con questo strumento, cercate sempre delle nuove modalità creative, giocate con gli effetti visual e audio (sempre senza esagerazione) per mantenere alta e costante l’attenzione del pubblico e per aumentare il tempo di visualizzazione dei vostri Reels il che vi darà, a sua volta, più seguito e coinvolgimento.

Tati84

Mi chiamo Tatiana Zubatenko, 37 anni, vivo in Italia (Vicenza) da 12 anni e vengo da Kyiv. Ho studiato lingue, parlo italiano, spagnolo, inglese, ucraino e russo. Tradurre è stato da sempre il mio lavoro da sogno, per cui per tanti anni ho lavorato in ufficio commerciale estero. Lavorare con dei clienti esteri, parlare lingue diverse, visitare le fiere nei vari paesi, comunicare, conoscere era ciò che mi realizzava e mi affascinava. Dopo alcuni cambiamenti nella mia vita mi sono dedicata ad un’altra attività, attualmente studio e lavoro come social media manager e faccio la Blogger. Le rete sociale vuol dire comunicazione, la possibilità di essere "collegati con tutto il mondo”, socializzare con la gente dei paesi e culture diverse e in diverse lingue. Inizialmente per me questo è stato possibile grazie a Facebook dove mi sono registrata per la prima volta nel 2009. Ora ho la voglia e, soprattutto, il tempo necessario di approfondire le conoscenze dei social e dominarli a livello professionale. Ho la fortuna di poter lavorare in questo settore. Sono felice che la mia passione si è trasformata in un lavoro. Le mie aspirazioni per il futuro sono molti, sia quelli professionali che quelli personali e con tanto impegno e costanza spero si realizzino. Una di queste si avverata, sto scrivendo per un’ottimo Blog, dove posso parlare di ciò che mi appassiona e ciò che ho imparato, condividendo le informazioni utili. Anche perché credo che scrivere sia uno dei miei talenti. Ho deciso di scrivere per The Digital Moon perché è perfettamente in linea con la mia personalità e con quello che sto facendo. Collaboriamo quasi da un’anno e mi sono trovata molto bene con loro in quanto lo staff è cordiale, ti è vicino per qualsiasi questione e spesso ti incoraggia.