I 10 social media marketing trends per il 2023

Il panorama dei Social Media è in continua evoluzione e lavorare in un settore che si trasforma con la velocità della luce non è facile. 

Se sei del settore e utilizzi i Social quotidianamente, sicuramente vorrai sapere a quali tendenze dei Social Media prestare maggior attenzione e quali ignorare. Se ti stai chiedendo cosa va di moda sui Social Network e come adattare le nuove tendenze delle reti sociali alla tua strategia, ho qualche risposta per te.

Questo articolo parlerà delle 10 principali tendenze di marketing sui Social Media, delineate nel rapporto sulle tendenze globali 2023, che domineranno il settore e potrebbero persino cambiare il modo di svolgere il tuo lavoro.

Trend 1: TikTok conquisterà il mondo

Tra le tendenze riguardanti i Social Media per il 2022 si era previsto che TikTok sarebbe diventato il Social Network più importante per il marketing e queste tendenze non erano sbagliate. Nel 2023 questa previsione farà un passo avanti da gigante. Una serie di nuove funzionalità rilasciate nel 2022 dimostrano che TikTok non vuole essere solo un Social Network numero uno per i marketer ma un Social Network numero uno e punto

Questa piattaforma è nota da tempo per le innovazioni, come ad esempio, il nuovo formato video che ha ispirato i famosi Reels di Instagram e brevi video di YouTube. Recentemente TikTok ha rilasciato almeno 7 funzionalità che sono ispirate direttamente da altri canali Social, come le storie di Instagram, gli annunci di ricerca di Google e i video di 10 minuti di YouTube. 

Queste nuove funzionalità, insieme alla partnership con Linktree, Shopify e altri trasforma TikTok in una super app, un’applicazione All-In-One che include:

  • social media
  • messaggistica
  • servizi
  • pagamenti
  • e praticamente qualsiasi altra cosa che faresti normalmente su Internet

Inoltre, questo Social network si sta muovendo anche nel mondo non digitale. L’azienda di proprietà cinese sta costruendo i centri logistici a Seattle e Los Angeles nel tentativo di assumere Amazon nel settore dell’e-commerce. 

Oltretutto, TikTok continua a far crescere la sua base di utenti e figura come un’app numero 1 in termini di tempo trascorso su questo social e di feedback positivi. Gli utenti trascorrono su TikTok 95 minuti al giorno. Anche se circa l’80% degli utenti Internet utilizza TikTok solo per cercare i contenuti divertenti non è il motivo che dovrebbe fermare le aziende. 

ConsigliSe la tua attività non è ancora su TikTok, è il momento buono per entrarci, presentandola in maniera differente, semplice e magari anche un po’ divertente.

Trend 2: L’applicazione BeReal piacerà sempre di più
 
BeReal è un’applicazione per la condivisione delle foto che richiede agli utenti di pubblicare una foto istantanea non filtrata e non modificata al giorno per un gruppo selezionato di amici. Le foto scattate al di fuori dell’intervallo di tempo di due minuti indicano anche i minuti di ritardo dal momento in cui è stata scattata.
La rete BeReal è stata lanciata alla fine del 2019, ma la sua popolarità è esplosa nel 2022. A partire da ottobre 2022 è la principale app di Social Network sull’app store ed è stata installata circa 30 milioni di volte. Gli utenti sono maggiormente le donne giovani, la maggior parte ha meno di 25 anni.

BeReal dà la sensazione dei primi tempi dei Social Media. Quando gli utenti pubblicavano le foto principalmente per mostrare ai loro amici cosa stavano facendo, prima che diventasse lo spazio altamente curato e pieno di pubblicità che è oggi. L’app non ha ancora annunci o funzionalità per le aziende. Anche le comunicazioni ufficiali di BeReal suonano come il tuo migliore amico che ti scrive.

Per il momento puoi aggiungere al massimo 500 amici su questo Social, il che significa che per il momento la solita strategia di marketing per le attività qui funzionerà poco.
Nonostante tutto, l’applicazione ha avuto un impatto su due giganti dei Social Media, TikTok e Instagram, i quali hanno rilasciato entrambi la funzione doppia fotocamera. Un clone della funzione di BeReal, la quale, però, per il momento, non ha molto successo. Non si capisce ancora bene il volume della sua importanza ma il suo impatto è già innegabile.

Questa applicazione è ciò che la maggior parte degli utenti vuole dai Social Media. I contenuti spontanei in tempo reale, non filtrati e non troppo curati. I contenuti che non ti chiedano di comprare qualcosa o che ti facciano sentire male per il livello della tua vita. È solo un posto divertente dove stare e alla fine della giornata è tutto ciò che conta.
 
Trend 3 Dovrai ancora creare tanti Reel

Il quartier generale di Instagram sembrava un po’ caotico nel 2022 con numerosi aggiornamenti delle funzionalità ma Instagram rimane ancora la piattaforma regina per i marchi.
 
Come mai?
 
1. Instagram ha 1,5 miliardi di utenti attivi al giorno.
2. La funzione Reels è cresciuta di più di 200 milioni di utenti tra luglio e ottobre del 2022.
3. Circa 60% degli utenti di Instagram afferma di usarlo per ricercare marchi e prodotti.
·      È l’app preferita tra i 16 e i 24 anni (sta ancora battendo TikTok). I nativi digitali Gen Z che come si prospetta, faranno parte degli utenti che spenderanno di più sui Social e online in generale nei prossimi decenni.
4. La sua piattaforma pubblicitaria e gli strumenti per lo shopping in-app esistono da anni, dunque sono davvero esperti di quest’area.
 
Instagram sta ancora spingendo forte i video e, come sappiamo tutti, i video di Instagram ora sono Reels. Hanno una forte priorità dell’algoritmo di raccomandazione in grado di mostrare i contenuti “giusti” ad un target “giusto”. Per i professionisti del marketing questo fatto significa che la pubblicazione di Instagram Reels è il modo migliore per mettersi di fronte ai nuovi occhi sulla piattaforma. Ossia trovare nuovi spettatori, interessati al loro prodotto. I Reels raggiungono i massimi storici dopo l’annuncio di Adam Mosseri che tutti i video su Instagram sarebbero stati Reels in estate dell’anno scorso.

Fortunatamente, con l’ascesa di TikTok, YouTube Shorts (video brevi) e Amazon Video Shorts, una volta realizzato un breve video, il cross-posting, cioè la condivisione contemporanea sui vari Social è facile (anche se non ufficialmente incoraggiata per motivi di visibilità). Consiglio però di cancellare i loghi e filigrane degli altri Social condividendo i video.


Consigli. Mettiti comodo e comincia a sperimentare e creare video brevi anche se non sei ancora esperto. Oppure ingaggia un bravo Content Creator per seguire le tue pagine Social mentre ti stai occupando tranquillamente del tuo business.
 
Trend 4: LinkedIn diventerà più personale
 
Hai notato che ultimamente il tuo feed LinkedIn si sta riempiendo di post sempre più personali?
Non sei solo. Dagli amministratori delegati che piangono ai genitori che pubblicano le foto dei loro figli, la piattaforma è diventata notevolmente più personale di quanto fosse in passato. Alcune persone usano la piattaforma persino per gli appuntamenti personali. Questi post sarebbero più adatti per Facebook.

Cosa succede quindi? L’algoritmo di LinkedIn è cambiato per favorire i post più personali? Oppure la pandemia ha cancellato i confini tra la nostra vita personale e quella professionale? Potrebbe essere che la fiducia di Facebook, dove normalmente pubblichiamo questo tipo di contenuti, sia ai minimi storici, mentre la fiducia di LinkedIn rimane alta come anche i tassi di coinvolgimento. Forse la maggior parte degli altri Social Network sembra così satura che LinkedIn sembra un’opportunità per attirare l’attenzione.

È stata eseguita una modifica dell’algoritmo che favorisce i contenuti che invogliano le persone a rimanere più a lungo sulla piattaforma con la maggior parte dei post virali che contengono un mix di racconti di lunga durata e foto personali rispetto ai post sull’attività svolta.

Consigli. Non sembra che questa tendenza decisamente meno “professionale” sparisca presto. Per cui, cerca di pubblicare qualche post personale o divertente ogni tanto, facendo sempre attenzione di non condividerne troppi. Anche se i contenuti più personali sono di tendenza, è ancora un’app professionale con 6 persone che vengono assunte ogni minuto.
 
Trend 5: Dagli Influencer ai Content Creators. Ridefinizione del termine UGC.
 
Gli UGC (User-Generated Content) sono generalmente definiti come i contenuti creati da persone normali sui Social Media, piuttosto che contenuti realizzati dai brand. Ad esempio, invece di pubblicare un prodotto scattato da un fotografo professionista, un grande brand come Nike potrebbe ripubblicare una foto di un cliente felice che indossa le sue nuove scarpe.
UGC è ottimo per i marchi che si preoccupano di aumentare la loro notorietà e ad approfondire le relazioni con i propri clienti. Entrambi i fattori aumentano la fedeltà al marchio.

Detto questo, di recente sembra che il termine UGC sia stato “ridefinito” dalla Generazione Z. Quest’ultima intende il termine in un modo completamente diverso, ovvero come i post sui Social Media prodotti dai professionisti del marketing freelance o dai micro-influencer.

In termini di Gen Z, i marchi pagano i creatori per produrre contenuti che assomiglino a quelli organici. A differenza degli influencer tradizionali che promuovono i marchi utilizzando i propri canali, i creatori consegnano i contenuti realizzati direttamente ai canali dei marchi.

Nel 2022 ha avuto luogo una crescente importanza delle partnership dei brand con le Influencer. Nel 2023 invece le aziende cercheranno più aiuto dai Creators per raggiungere il loro pubblico ideale.
Questo ha senso perché i Reels di Instagram e TikTok stanno diventando sempre più popolari e richiedono un mix di abilità: acutezza tecnica e carisma a livello di intrattenitore professionista. Siamo sicuramente d’accordo che non chiunque può creare un Reel o video TikTok guardabile. Inoltre, i contenuti tradizionali non sono così preziosi come lo erano una volta. Con gli algoritmi social che spingono i video sulle foto, è improbabile che una foto della scarpa che hai appena acquistato arrivi ai Feed di molte persone come lo farebbe un Reel.

Infine, con i budget per le campagne di marketing a rischio di tagli, le aziende cominciano a rivolgersi ai mezzi più economici per la creazione dei contenuti, ingaggiando i Creatori Freelance per qualche video una tantum. Questa tendenza dei Social Media sarà in forte aumento nel 2023 e oltre.
 
Trend 6: Il Social SEO. Ricerca per Parola chiave sostituirà gli Hashtag
 
Secondo una ricerca interna di Google, il 40% dei giovani tra i 18 e i 24 anni utilizza i Social Media come un motore di ricerca principale. A livello globale le persone di ogni fascia d’età utilizzano i Social Media per ricercare i vari marchi. Nel frattempo, le varie ricerche hanno rilevato che l’utilizzo di didascalie (caption) ottimizzate per parole chiave anziché hashtag hanno aumentato la copertura e raddoppiato il coinvolgimento.

Per i professionisti dei Social Media questo significa che è ora di aggiungere la ricerca per parola chiave alla loro strategia social. Piuttosto che riempire i post con gli hashtag, usa la ricerca per parole chiave anche per ispirarti a creare dei contenuti che le persone stanno già cercando. Anche se magari non vedrai un enorme aumento del traffico e del coinvolgimento, lo scenario peggiore sarà che otterrai un sacco di idee per i nuovi post.

Il Social Media Marketing Lead, Brayden Cohen, suggerisce di pensare ai profili Social come a delle mini pagine di destinazione (Landing Page):
“La ricerca non morirà mai quando si tratta di Google, ma le abitudini delle persone stanno cambiando. Usano i Social per cercare nuovi prodotti. Mentre prima le persone andavano sui social solo per conoscere un marchio, ora ci vanno per comprare… La cosa principale che è cambiata per me è la mia prospettiva. Tratto le nostre pagine social come una mini landing page o un sito web. Provo ad immaginare di utilizzare i nostri canali social come un principale punto di acquisto”.


Consigli. Inizia ad incorporare la SEO (motore di ricerca ottimizzato) in tutto ciò che fai sui Social. Aggiungi le parole chiave alla tua biografia o mentre scrivi i sottotitoli, aggiungi il testo alternativo alle immagini.
 
Trend 7: I sottotitoli diventano l’impostazione predefinita per i video
 
Dal 2008, quando Facebook e YouTube hanno lanciato le loro app mobili, gli utenti dei Social Media hanno cominciato a far scorrere i video in modalità silenziosa. Secondo gli studi, circa l’85% dei video sui Social Media viene guardato senza l’audio, soprattutto nei luoghi pubblici. Gli spettatori molto più probabilmente guarderanno fino alla fine un video con i sottotitoli.
Ora che il video in formato breve ha “divorato” Internet, nel 2023 i sottotitoli saranno l’impostazione predefinita per tutti i contenuti video pubblicati

Per questo ci sono 3 motivi:
1. Accessibilità: non solo per le persone che guardano sull’autobus, ma anche per le persone con problemi di udito.
2. Coinvolgimento: i sottotitoli mantengono le persone a guardare fino alla fine.
3. Rilevabilità: l’utilizzo di parole chiave nei sottotitoli è un passaggio cruciale nell’ottimizzazione dei video per la ricerca, aumentando il numero di persone che probabilmente lo vedranno.


Consigli. Scopri come aggiungere sottotitoli codificati ai tuoi video. Assicurati di pronunciare le parole chiave ad alta voce e chiaramente nel tuo video in modo che vengano visualizzate anche nei sottotitoli. Se sei su TikTok e hai poco tempo, prova la funzione di sottotitoli automatici.
 
Trend 8: Crescerà il Social Commerce
 
L’anno scorso, il Social Commerce è stato uno dei maggiori trend sui Social Media. Mentre le vendite hanno superato i 350 miliardi di dollari in Cina, i marketer nordamericani ed europei si sono affrettati a posizionarsi per sfruttare un nuovo modo di fare soldi direttamente sui social.

Ma nonostante il suo successo in Cina, i consumatori nordamericani ed europei sono stati più lenti a recuperare.
Tuttavia, secondo i sondaggi, molti acquirenti ancora non si fidano del processo di acquisto dei prodotti tramite i Social Media. La loro più grande preoccupazione è che i loro acquisti non saranno protetti o rimborsati. Inoltre sono preoccupati per la qualità e l’autenticità dei prodotti e dei venditori sui Social Media. Alcuni di loro non sono a conoscenza della possibilità, altri non possono confrontare e scegliere tra più opzioni. Sono preoccupati per l’affidabilità dei venditori non potendo vedere le recensioni. Alcuni semplicemente non vogliono condividere le informazioni finanziarie con i Social Network.
Nonostante questi risultati, i dati dei marketer prevedono che il commercio sui Social continuerà a crescere velocemente.
 
Trend 9: Smettete di usare le GIF
 
Le GIF non sono solo una tecnologia inefficiente e più vecchia di Internet, non sono più di moda. È difficile presentarlo alla generazione dei Millennial perchè ad alcuni questa tendenza spezzerà il cuore.
Giphy, il motore di ricerca dei GIF, è “diminuito”. Lo stesso Giphy: “Ci sono indicazioni di un calo dell’uso delle GIF a causa di un calo generale dell’interesse degli utenti. Con gli utenti più giovani sono passati di moda come forma di contenuto. Li chiamano contenuti per “i boomers”.
Tuttavia, solo perché le GIF di reazioni sono superate non significa che tutte le immagini animate siano passate di moda. L’utilizzo degli adesivi come strumenti nelle storie di Instagram “non andrà da nessuna parte” prossimamente e tecnicamente sono sempre dei GIF. Creare animazioni per dimostrare istruzioni o flussi di prodotti è ancora una soluzione molto più comoda confronto ad una grafica professionale o disegno. Alcune GIF sono pratiche e comunque vanno ancora bene ma pian piano si passerà pienamente alle Emoticon.
 
Trend 10: Più miliardari acquisteranno i Social Network.
 
Già nel 2022 diversi miliardari puntavano gli occhi sui Social Media per possedere o tentare di possedere le proprie piattaforme di Social Media: Elon Musk, l’artista Kanye West, Donald Trump (Truth Social) e Jeff Bezos (ha acquistato Twitch nel 2014). Si prevede che questa tendenza continuerà anche nel 2023, quando i Social Media diventeranno una forza sempre più potente nella società e negli affari.

Potremmo persino vedere più miliardari creare i propri Social Network, come l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Ma questo è più improbabile, visto che la rete di Trump non è riuscita in gran parte a guadagnare molti utenti e deve essere ancora inventato un nuovo modello di successo di un Social Network. Molto probabilmente, le persone che hanno i mezzi e potere continueranno a cercare di accaparrarsi una fetta di controllo dei Social Network già esistenti e consolidati per entrare in questo enorme mondo di affari.


Consigli. Tieni d’occhio le notizie. La nuova proprietà potrebbe comportare dei cambiamenti nelle politiche di rete o negli algoritmi dei Social. Dovrai essere in grado di capire velocemente e magari spiegare ai clienti gli eventuali cali improvvisi di rendimento o cambiamenti di strategia.
 
Spero vi sia stato utile questo l’elenco delle tendenze chiave nel settore Marketing e Social Media per il 2023.
Alla prossima! Seguitemi su Facebook e Instagram!


https://www.facebook.com/tatiana.zubatenko/
https://www.instagram.com/zubatenko.tetiana/

Tati84

Mi chiamo Tatiana Zubatenko, 37 anni, vivo in Italia (Vicenza) da 12 anni e vengo da Kyiv. Ho studiato lingue, parlo italiano, spagnolo, inglese, ucraino e russo. Tradurre è stato da sempre il mio lavoro da sogno, per cui per tanti anni ho lavorato in ufficio commerciale estero. Lavorare con dei clienti esteri, parlare lingue diverse, visitare le fiere nei vari paesi, comunicare, conoscere era ciò che mi realizzava e mi affascinava. Dopo alcuni cambiamenti nella mia vita mi sono dedicata ad un’altra attività, attualmente studio e lavoro come social media manager e faccio la Blogger. Le rete sociale vuol dire comunicazione, la possibilità di essere "collegati con tutto il mondo”, socializzare con la gente dei paesi e culture diverse e in diverse lingue. Inizialmente per me questo è stato possibile grazie a Facebook dove mi sono registrata per la prima volta nel 2009. Ora ho la voglia e, soprattutto, il tempo necessario di approfondire le conoscenze dei social e dominarli a livello professionale. Ho la fortuna di poter lavorare in questo settore. Sono felice che la mia passione si è trasformata in un lavoro. Le mie aspirazioni per il futuro sono molti, sia quelli professionali che quelli personali e con tanto impegno e costanza spero si realizzino. Una di queste si avverata, sto scrivendo per un’ottimo Blog, dove posso parlare di ciò che mi appassiona e ciò che ho imparato, condividendo le informazioni utili. Anche perché credo che scrivere sia uno dei miei talenti. Ho deciso di scrivere per The Digital Moon perché è perfettamente in linea con la mia personalità e con quello che sto facendo. Collaboriamo quasi da un’anno e mi sono trovata molto bene con loro in quanto lo staff è cordiale, ti è vicino per qualsiasi questione e spesso ti incoraggia.

Lascia un commento